La certificazione SA8000® è uno standard volontario di tipo internazionale, nato negli USA nel 1997 e dedicato alla definizione dei requisiti che le aziende devono soddisfare per assumere un comportamento eticamente corretto.


Le categorie individuate sono

  • • lavoro infantile
  • • lavoro obbligatorio
  • • salute e sicurezza
  • • libertà di associazione e diritto alla contrattazione collettiva
  • • discriminazione
  • • pratiche disciplinari
  • • orario di lavoro
  • • retribuzione

a cui si aggiungono i requisiti relativi al sistema di gestione che deve essere messo in atto per garantire il governo e il miglioramento continuo di performance.


Uno degli strumenti di responsabilità sociale più rappresentativi è
il Bilancio sociale,

non un semplice documento, bensì l’output del processo di responsabilità sociale messo in atto dall’organizzazione che lo elabora.

Il Bilancio sociale è definito dall'Unione Europea come "Integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate" (Libro Verde della Commissione delle Comunità Europee, 2001)

È così che, mediante il Bilancio sociale, l’organizzazione può definire la propria identità (mission e valori di riferimento), può individuare e coinvolgere i propri stakeholder e definire i metodi e parametri di misurazione delle attività svolte in ambito di responsabilità sociale, andandone a misurare l’utilità e i risultati ottenuti.


In riferimento alla norma SA8000® che richiede

  • • il miglioramento delle performance ottenute in materia di responsabilità sociale
  • • la definizione degli obiettivi e dei relativi risultati
  • • la condivisione e la comunicazione con le parti interessate,

il Bilancio Sociale diventa uno strumento naturale che testimonia la trasparenza, la credibilità e l’efficacia del sistema di gestione delle azioni di responabilità sociale messe in atto dall’organizzazione